Loading posts...

Ciclismo, Tour of the Alps: bis di Moscon a Naturno. Yates ancora leader

Gianni la locomotiva. Dopo il successo all’esordio, nella terza giornata del Tour of the Alps Moscon si conferma imbattibile in volata, bruciando tutti sul traguardo di Naturno. Due delle tre tappe disputate sin qui portano il nome del ciclista del Team Ineos Grenadier, che conferma di aver ritrovato la brillantezza smarrita, anche mentalmente, grazie all’azione di potenza e intelligente con cui ha portato Felix Großschartner all’esterno, costringendolo a percorrere più strada lungo il tratto finale in curva e precludendogli ogni possibilità di sorpasso. “Quando hai le gambe, la testa segue: quelle sono alla base di tutto. A essere sincero, guardando il profilo della tappa ieri avevamo capito che potesse essere buona per me, in fuga o con attacco nel finale. È stata tiratissima sin dall’inizio, poi siamo arrivati a giocarcela in quattro e per me era la situazione ideale”, ha commentato dopo la corsa. Non solo Moscon si è fatto valere, tra gli italiani, perché diversi azzurri sono tornati ad affollare la top 10, dopo la brutta giornata di ieri: Matteo Fabbro, Alessandro De Marchi e Antonio Nibali si sono piazzati al quarto, quinto e sesto posto.

A differenza della scorsa tappa, la fuga di giornata non è partita da lontano, ma nella seconda parte e solo dopo una lunga serie di azioni. L’attacco è stato lanciato da 10 uomini, che hanno poi composto la top 10 finale. Tra loro c’era anche Pello Bilbao, uno dei favoriti per la vittoria del Tour, che ha recuperato secondi importanti, portandosi al terzo posto in classifica generale. Sulla salita di Tarres, nella parte conclusiva, Moscon ha deciso di strappare, spezzando il gruppo di testa, con tre soli compagni di fuga che sono riusciti a tenerne la ruota: Großschartner e Fabbro, della Bora Hansgrohe, e Michael Storer, del Team DSM. Dopo aver mantenuto un distacco risicatissimo sugli inseguitori, ma sufficiente a impedirne il rientro, Moscon ha attaccato ancora, a 300 metri dall’arrivo, staccando Großschartner e mettendolo all’angolo nel momento giusto. Domani si torna all’orario classico: diretta alle 14 su www.pmgsport.it, in compagnia del partner commerciale Diretta GoldBet e dello sponsor tecnico e di maglia Wurth Modyf Italia. Sarà la tappa più lunga e più dura della corsa, con i suoi 168.6 km, da Naturno a Valle del Chiese/Pieve di Bono, ma con arrivo in discesa dopo la pesante ascesa di Boniprati.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites