Loading posts...

Ciclismo, Adriatica Ionica: Padun conquista la corsa

Il massimo risultato con il minimo sforzo. In una tappa conclusiva molto corta e disegnata per i velocisti, a Mark Padun è bastato controllare gli avversari diretti di classifica per mantenere la Maglia azzurra e conquistare la seconda edizione dell’Adriatica Ionica Race, ottava tappa della Ciclismo Cup. L’ucraino ha addirittura incrementato il proprio vantaggio su Ben Hermans, che ha chiuso con 15″, nonostante l’arrivo in gruppo. Visibilmente amareggiato sul podio finale, il belga si è dovuto accontentare della Maglia rossa che va al vincitore della classifica scalatori. <È stata una tappa corta e nervosa. Tutti volevano stare davanti, in chiusura, e la situazione nel circuito finale era abbastanza rischiosa. Per fortuna sono riuscito ad arrivare alla parte conclusiva senza avere distacchi pericolosi>, ha commentato Padun dopo l’arrivo.

La tappa, come prevedibile, si è chiusa allo sprint ed è andata ad Alvaro Hodeg che ha preceduto Dylan Teuns e Sacha Modolo, primo degli italiani. Con la vittoria di Trieste, la Deceuninck-Quickstep ha conquistato tre delle cinque giornate di gara: gli altri due successi sono quello di Grado, sempre del colombiano, e di Cormans, firmato Remco Evenepoel, giovane dal grande futuro che ha dato prova del proprio talento in settimana. Anche oggi, il belga ha guidato l’inseguimento dei fuggitivi per preparare l’arrivo in volata al compagno di squadra Hodeg. Un altro giovane che si è messo in mostra è stato Nicola Conci, migliore degli italiani in classifica generale, che ha chiuso al quinto posto con 1’26” di distacco da Padun. Il giovane della Trek-Segafredo ha tutte le qualità per poter diventare un ottimo elemento del ciclismo italiano.

Nicola Petricca

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites