Loading posts...

Ciclismo, Balsamo Bertizzolo e Paladin dominano il Binda

Dopo il trionfo nel Mondiale 2021 a settembre, ora arriva quello nel “Mondiale di primavera”. Elisa Balsamo brucia tutte in una volata pazzesca e si prende il 23° Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio nella maniera più bella: con la maglia iridata sulle spalle. Una vittoria costruita da lontano e con il supporto di una Trek – Segafredo schierata con una formazione paurosa, da all-in, comprendente anche la campionessa d’Europa e la campionessa italiana in carica. Infernale il ritmo proposto dalla squadra statunitense durante i chilometri finali, inarrestabile lo scatto di Balsamo sul rettilineo d’arrivo, che le ha permesso di risalire dalla metà del gruppo fino alla testa, chiudendo con una bicicletta di vantaggio. A completare il podio interamente tricolore ci sono Sofia Bertizzolo e Soraya Paladin, non abbastanza forti da rispondere allo sprint della campionessa del mondo, ma sufficientemente lucide per lasciare sul posto Chantal Van Den Broek-Blaak, arrivata scarica sul traguardo dopo una volata lanciata troppo lontano.

Come prevedibile, la prima fuga della giornata è partita presto, per mano della russa Gulnaz Khatuntseva (Roland Cogeas Edelweiss Squad), a cui poi si sono aggiunte Michaela Drummond (Bepink) e Giorgia Vettorello (Top Girl Fassa Bortolo). Rimasta in testa la sola Drummond, la gara è stata neutralizzata a 90 km dall’arrivo per un incidente tra due auto in testa alla corsa, con le fuggitive che avevano un vantaggio di 35 secondi sul gruppo, costringendo le atlete a fare una deviazione per raggiungere il circuito di Cittiglio. Proprio qui, a 52 km dal traguardo, il gruppo è tornato compatto e sono poi cominciati attacchi e contrattacchi, tutti rintuzzati, soprattutto grazie al lavoro della Sd Worx. L’ultimo tentativo concreto è arrivato a 6 km dalla fine con una fuga a sei, ma senza accordo tra le atlete coinvolte, così si è giunti all’attesa volata, col gruppo trainato da Ellen Van Dijk ed Elisa Longo Borghini della Trek-Segafredo. Sfruttando il lavoro delle compagne di squadra, Balsamo è rimasta in scia a Van Der Broek-Blaak alla partenza dello sprint, restando in gruppo anche quando Bertizzolo ha preso l’iniziativa per provare a riprendere l’olandese. Al momento opportuno, con 4-5 pedalate secche la campionessa del mondo è uscita dal mucchio e ha lasciato sul posto tutte le altre per prendersi la corsa che tanto desiderava. “Un giorno quel traguardo sarà tuo”, le disse una volta il suo direttore sportivo. Quel giorno è arrivato.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites