Loading posts...

A Conegliano non riesce il miracolo. Vakifbank regina d’Europa

Mamma le turche! Grazie a una partita dominata tecnicamente, fisicamente ma soprattutto mentalmente, il VakifaBank Spor Kulubu vince la Champions League di volley femminile battendo 3 set a 0 l’Imoco Conegliano (25-19,25-13,25-23). Alle “pantere” non riesce un’altra impresa dopo quella in semifinale contro la Dinamo Mosca ma escono a testa alta dal torneo di casa, dimostrando di meritare il posto fra le migliori d’Europa.

Troppo grande però il divario visto contro le ragazze di coach Guidetti che conquista per la terza volta in carriera il trofeo più importante del volley femminile. Per la squadra turca è il terzo titolo con cinque finali in sette anni: una macchina da guerra a cui mancava solo il successo in Champions lontano da Istanbul, dove aveva disputato le due final four vinte. Lo aveva sfiorato lo scorso anno nella finale contro Casalmaggiore, poi vinta dalle italiane ma contro Conegliano non c’è stata storia. Trascinatrice delle compagne Zhu Ting con 22 punti, di cui 12 break point, e tre muri. La cinese domina il confronto con Serena Ortolani che chiude a 12. Alla fine le lacrime di gioia si mischiano alle urla di felicità mentre un girotondo di giocatrici, dirigenti e staff tecnico attende la premiazione. Dall’altro lato della rete tanta delusione per le ragazze di Mazzanti che però sanno di aver dato tutto e si prendono gli applausi dei propri tifosi.

La partita

1° set (25-19)

In un Palaverde quasi esaurito, le squadre cominciano a tutto gas. La partita è equilibrata ma Conegliano deve costantemente inseguire le avversarie. I challenge (replay richiesti dalle panchine) si sommano uno dietro l’altro fino al 21-18. Poi, l’allungo decisivo delle turche che grazie a due muri si scrollano l’Imoco dalle spalle e chiudono il set 25 a 19 grazie a un errore in battuta di Raphaela Folie.

2° set (25-13)

Dopo aver dimostrato di poter reggere il confronto contro una delle migliori squadre al mondo, Conegliano spegne la luce. Il secondo set è un monologo delle ragazze allenate da Guidetti che passeggiano sul campo, mantenendo le avversarie sempre a distanza di sicurezza grazie a una fase di ricezione perfetta. Alla fine è 25 a 13 con Zhu protagonista di un filotto impressionante di punti. Si torna in panchina e il clima su quella del VakifBank è ben rappresentato dal sorriso di Lonneke Sloetjes.  

3° set (25-23)

Con ormai poco da perdere Conegliano rientra in campo libera da paure e si gioca il tutto per tutto. Va avanti fino al 7 a 6 grazie a un paio di grandi giocate della Ortolani, poi inizia un testa a testa che arriva fino al 20 pari. Qui le turche mostrano tutta l’esperienza e la solidità mentale di un gruppo abituato ai grandi appuntamenti e staccano le “pantere” con due ace di Kimberly Hill. Conegliano non riesce a rimanere concentrata e con un paio di errori regala il trofeo al VakifBank

Nella finale per il terzo posto sorride ancora la Turchia grazie al successo dell’Eczacibasi di Massimo Barbolini che supera 3 set a 1 la Dinamo Mosca.

Seguici su Facebook

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites