Loading posts...

Ciclocross, Braidot e Lechner tricolori nelle categorie élite

Due gemelli e una cannibale dominano i Campionati italiani di ciclocross: Luca Braidot e l’inarrestabile Eva Lechner conquistano il tricolore nelle categorie élite maschile e femminile a Roma. Grazie al prezioso aiuto del fratello gemello Daniele, secondo classificato, Braidot ha ottenuto, in fuga, il suo primo titolo nazionale mentre la veterana Lechner, giunta al nono successo, ha dovuto lottare fino al traguardo con Alice Maria Arzuffi. Nella seconda giornata di gare all’Ippodromo delle Capannelle sono stati assegnati anche i titoli delle categorie under 23 e juniores.

Élite. Dopo una partenza fortissima, con cui aveva preso subito il comando della corsa, il campione in carica Gioele Bertolini ha commesso un errore scivolando e causando il salto della catena. Al comando si è portato un gruppo nutrito di ciclisti da cui, nella seconda parte, è emerso Braidot che è scappato e ha chiuso la gara con mezzo minuto di vantaggio. “Abbiamo approfittato dell’errore di Bertolini – commenta il vincitore – io sono andato in fuga, mio fratello mi ha coperto da dietro ed è andata bene”. Tra le donne Lechner e Arzuffi hanno condotto l’intera gara in solitaria trasformando la sfida per il titolo in un discorso a due come nel 2017. E come lo scorso anno è stata Lechner a spuntarla, con Arzuffi anche un po’ sfortunata nel trovarsi una doppiata in mezzo alla pista, all’inizio del tratto finale, che le ha impedito di difendersi al meglio dall’attacco dell’avversaria. “I percorsi veloci come questo non sono adatti a me – afferma Lechner – ma sono riuscita a fare una bella gara e abbiamo dato spettacolo”.

Under 23 e juniores. A contendersi i titoli nazionali non c’erano solo gli atleti élite, ma anche due categorie giovanili. Tra gli under 23 i campioni in carica, Jakob Dorigoni e Chiara Teocchi, hanno mantenuto la maglia tricolore. Dorigoni ha conquistato il quinto titolo consecutivo battendo in volata il compagno di squadra Sala, dopo aver neutralizzato un suo tentativo di fuga all’ultimo passaggio sul rettilineo sabbioso, mentre la bicampionessa europea Teocchi, con uno scatto nel finale, è riuscita a distanziare Francesca Baroni e Silvia Persico. Quinto titolo italiano anche per Alessandra Grillo, campionessa juniores e anche lei vincitrice con uno strappo nella parte conclusiva, mentre, al maschile, terzo successo consecutivo per Filippo Fontana che, come Braidot, ha staccato nettamente gli avversari.

                                                                                                                                                                                          Nicola Petricca

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites